Archive | Eventi RSS feed for this section

Tema del mese: “Protezione-rispetto-ascolto”; quello che i figli non chiedono, ma desiderano!”

15 Sep

Ritornano gli appuntamenti mensili con i Centro DonnAttiva.

Dopo la pausa estiva, riprende il programma e si riparte con “Protezione-rispetto-ascolto”; quello che i figli non chiedono! (ma desiderano)”.

“Protezione”… come dosarla? Né troppo poca, né troppa!? Quando siamo in sintonia con le richieste esplicite dei nostri figli?

virgola_

photo credits @virgola_

Il bambino è un essere in trasformazione continua che richiede la nostra costante capacità di adattamento alle diverse esigenze, nonché attenzione e preoccupazione diversamente proporzionali all’età; è difficile cogliere le sfumature dei nostri atteggiamenti davvero educativi e non dettati da abitudini, da esperienze passate o da momenti di rabbia. La nostra formazione, come genitori è perenne!

Riflettere sul rispetto che pretendiamo ma che non sempre inconsapevolmente offriamo, può aiutarci a capire quanto solo l’ascolto di se stessi e la condivisione può aiutarci ad essere dei genitori “sufficientemente buoni “, come afferma Bettelheim.

L’incontro è fissato per i  24 settembre, ore 17.00 presso Il Centro DonnAttiva, Via Anelli 20- Vasto (CH)

a cura della Dott.ssa Margherita Barone, Psicologa e Psicoterapeuta

Advertisements

Tema del mese: Come dal mito di Apollo e Dafne si arriva a parlare di anoressia

14 Jul

Il nostro prossimo appuntamento sarà il 30 luglio; come di consueto avremo due ore, dalle 17.00 alle 19.00 presso il centro DonnAttiva , per parlare ed approfondire con momenti di riflessione, domande/risposte e letture per cercare di fare chiarezza su un argomento molto delicato: l’anoressia.

Ecco come affronteremo questo tema; qui un approfondimento della Dott.ssa Margherita Barone – Psicologa e Psicoterapeuta:

“Come dal mito di Apollo e Dafne si arriva a parlare di anoressia”

Sulla scia del mito greco di Apollo e Dafne, nasce una riflessione circa il disagio dell’anoressica ,che, assoggettando i desideri carnali, segue una via a suo modo più elevata.

Secondo Hillman, la patologizzazione è la capacità autonoma della psiche di dare voce ai discorsi dell’anima, pertanto fenomeni di dissociazione-distacco-scissione se da un lato possono essere letti come malattia, dall’altro, in una visione totale della psiche, possono essere intesi come una rivendicazione di un’individualità più profonda. L’obiettivo è quello di far dialogare le parti psichiche ed è quanto avviene in pscicoterapia.

Ciò è reso possibile anche attraverso i miti e l’interpretazione del linguaggio onirico che esprimono i concetti dei contenuti inconsci tramite figure personificate.

L’immagine di Dafne che fugge serve da spunto per parlare di un unico meccanismo interiore che mette in gioco le varie parti di sé: Apollo, la fuga, il panico, la madre Terra e la dimensione vegetativa vista come soluzione necessaria.

cuoridicarciofophoto credits: @cuordicarciofo

 

 

Tema del Mese: “L’Intelligenza emotiva”

10 Jun

Il 25 giugno ci incontreremo nuovamente, come promesso!

virgola

credits @virgola_

Il tema di questo mese é l’Intelligenza Emotiva

Fino a quarant’anni fa si pensava che l’intelligenza fosse una. Oggi si è scoperto che ce ne sono tante. Si parla di intelligenza plurima: logica, linguistica, emotiva (intra e interpersonale), spaziale, fisica, musicale, naturalistica e etica. Ciascuna di esse si è evoluta nel corso dello sviluppo umano per permettere agli individui di sopravvivere e riprodursi in uno specifico ambiente; in effetti è difficile definire chi sia davvero intelligente… tutto dipende dall’ambiente in cui le menti si esprimono.
Perché è importante l’intelligenza emotiva? Perché nella relazione con l’altro ci consente di capire intenzioni e desideri nostri e altrui e di conseguenza vivere e lavorare in modo più efficace.
Il riconoscimento di sé e delle proprie emozioni, permette la comprensione di chi ci circonda; l’empatia è fondamentale nelle relazioni, così come la gestione e la consapevolezza delle proprie emozioni agevola il superamento e l’elaborazione delle difficoltà e delle sconfitte della vita.
Un processo di alfabetizzazione emozionale massimizza il benessere emotivo.

Dott.ssa Margherita Barone – Psicologa e Psicoterapeuta del Centro DonnAttiva

Per non perdere gli altri appuntamenti mensili, dai uno sguardo al calendario generale

 

 

Video

One Billion Rising 2014 – Video

3 Jun

V DAY from Photorama on Vimeo.

Calendario eventi 2014 DonnAttiva – Vasto

19 May

Ogni  mese un tema, ogni mese un evento ed ogni mese un momento per confrontarsi, riflettere e magari trovare risposte alle domande che abbiamo.

Ecco il perchè degli eventi mensili di Donnattiva!

Gli ultimi due li trovi qui:

Tema del Mese Aprile Da “Il mito di Demetra e Kore” all’anoressia

Tema del Mese Maggio  Le aspettative dei genitori – il figlio ideale – il tradimento necessario

Ecco, invece, il calendario per i mesi successivi: saremo con te fino a novembre! Clicca qui per scaricare il calendario

nb: gli eventi del 30 aprile e del 28 maggio sono stati invertiti.

Schermata 2014-05-16 alle 11.19.07

 

La sede rimarrà la stessa ogni mese, il Centro DonnAttiva in Via Anelli, 20 a Vasto (ovvero l’ex Istituto d’Arte)

Attraverso la pagina facebook ti terremo aggiornato! E se hai domande, scrivici pure: donna.attiva@comune.vasto.ch.it

T’aspettiamo!

 

Tema del Mese: Le aspettative dei genitori-il figlio ideale- il tradimento necessario

13 May

Parabola del Figlio che non volle essere amato


I vostri figli non sono i vostri figli
Sono i figlie e le figlie della fame che in se stessa ha la vita
Essi non vengono da voi, ma attraverso di voi
E non vi appartengono benché viviate insieme
Potete amarli ma non costringerli ai vostri pensieri
Potete custodire i loro corpi, ma non le anime loro
Poiché abitano case future, che neppure in sogno potrete visitare.

– K.G. Gibran –

 

Abbiamo scelto le parole di Gibran per spiegare come, molto spesso, la figura genitoriale non riesce a scindere le proprie speranze ed aspettative, da quelle dei proprio figli. Ci si dimentica spesso, che imponendo i nostri bisogni di genitore, non lasciamo che i nostri figli siano se’ stessi.

Ecco che il tradimento da parte di un figlio diventa quindi l’unico modo per riuscire a sviluppare il suo stile ed i suoi progetti di vita.

L’appuntamento per questo mese sarà il 28 maggio alle 16.00 presso il Centro DonnAttiva. Ecco qui il link dell’evento sulla nostra pagina facebook.

28 maggio

 

a cura di Francesca Tammarazio

immagine locandina: @virgola_

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Regina José Galindo: la mostra contro la violenza sulle donne

7 May

Estoy Viva…significa sono viva ed è il grido di protesta dell’artista guatemalteca, Leone d’Oro alla 51° Biennale di Venezia come miglior giovane artista.

In occasione dell’opening, il 24 marzo su invito, l’artista guatemalteca ha realizzato Exalatión (Estoy viva), una performance inedita pensata per il PAC e per Milano. Un’azione intensa e poetica, un gesto di sospensione e di scambio simbolico tra artista e pubblico, metafora del legame, sempre presente nel lavoro di Galindo, tra arte, vita e morte.

La ricerca dell’artista sulla violenza, la privazione dei diritti e della libertà individuale è universale e incontra storie di ogni continente e realtà. Per questo tutti i visitatori potranno sostenere attraverso la mostra l’attività di Amnesty International scegliendo all’ingresso il biglietto donazione.

GALINDO

 

 

cover-pagina-sito

Il PAC di Milano ospiterà la mostra fino all’ 8 Giugno. Estoy viva” è articolata in cinque sezioni, intese come categorie permeabili ed interdipendenti tra loro: Politica, Donna, Violenza, Organico e Morte. Cinque macro emergenze tematiche che aprono un “dibattito” su  violenza, privazione dei diritti e alla libertà individuale, temi di interesse universali sia per uomini che per donne.

Il PAC è facilmente raggiungibile:

M1 Palestro o M3 Turati

info: PAC Milano

 

content: Francesca Tammarazio

photo credits : Pac Milano

Tema del mese: DA “IL MITO DI DEMETRA E KORE” ALL’ANORESSIA

30 Apr

Il mito di Demetra e Kore

È sempre stato oggetto di numerose interpretazioni, nel racconto si celano complesse e molteplici chiavi di lettura, che rimandano volta in volta, ad aree sempre più nascoste ma determinanti per la comprensione del mito.

L’intreccio narrativo si fonda sull’inganno, sul ricatto, sulla separazione sperimentata come perdita inspiegabile, sulla dicotomia vita/morte  e maschile/femminile.

Ma il tema centrale del mito. È la potenza materna inscritta nell’intera natura,  potenza non solo di generare ma anche di non generare, ossia potenza assoluta che custodisce il luogo umano del venire al mondo, ma anche il nulla come il non più della nascita, la fine del continuum materno e simbolicamente della vita stessa.

 

Credits: Due in una. Dal legame Madre e figlia alla relazione  terapeutica donna-donna  di Anna Cotugno

 

cNe parleremo oggi 30 aprile dalle 16.00 alle 18.00 presso il Centro DonnAttiva, in Via Anelli, 2 a Vasto

per informazioni

0873 366152

 

photo credits: @virgola_

Convegno Progetto PARES con Serena Dandini: c’eravamo anche noi

2 Apr


banner paresIl convegno si è tenuto venerdì 28 marzo 2014, alle ore 15,30, a Scerne di Pineto (Teramo) in occasione della conclusione del Progetto PARES, proposto dall’Azienda USL di Pescara e dal Centro Studi sull’Infanzia e l’Adolescenza dell’Associazione Focolare Maria Regina onlus, specializzato nella formazione degli operatori antiviolenza, e finanziato con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità.

…noi non potevamo mancare!

 

Vi riportiamo qui una parte del programma:

Il Convegno  intende essere un’occasione di riflessione sulla violenza contro le donne, grazie alla lettura di testi scelti dal libro Ferite a morte di Serena Dandini e Maura Misiti, ospiti della manifestazione, e di presentazione degli strumenti per garantire la diagnosi e l’accompagnamento delle donne e dei bambini vittime di violenza sessuale, domestica e stalking nei percorsi di cura sanitari. Nel corso della manifestazione è prevista la partecipazione del Direttore del quotidiano “il Centro”, Mauro Tedeschini, di Giovanni Visci, coordinatore scientifico della stesura delle linee guida, di Claudio D’Amario, direttore generale dell’Azienda ASL di Pescara. I testi saranno letti dalle attrici Orsetta De’ Rossi e Giorgia Cardaci, e dalle operatrici abruzzesi Adriana Di Giannandrea, Gilda Di Paolo, Roberta Pellegrino e Laura Silvetti.

“La presenza di Serena Dandini, importante figura della lotta alla violenza e protagonista di una nuova cultura della protezione delle donne e dei bambini, intende portare all’attenzione delle agenzie di tutela e dell’opinione pubblica l’importanza dell’adozione di linee guida per la protezione delle donne e dei bambini dalla violenza, a partire dal Pronto soccorso”, dichiara Andrea Bollini, direttore del Centro Studi Sociali. “Con il progetto PARES, grazie alla collaborazione dell’Azienda ASL di Pescara, dopo un corso di alta formazione, siamo riusciti a creare uno strumento che ci auguriamo possa essere utilizzato in tutti i Pronto soccorso della Regione Abruzzo”.

Ed è stata proprio Serena Dandini a catturare l’attenzione di tutti i presenti: la comunicazione emozionale, il suo reading “Ferite a Morte“, la violenza raccontata attraverso storie di quotidianità, raccontata attraverso monologhi che parlano un linguaggio diverso da quello a cui siamo abituati: un linguaggio che arriva prima al cuore e poi alla testa.

 

Tema del mese: dalla coniugalità alla genitorialità

24 Mar

Per affrontare la non sempre scontata transizione dall’essere coppia all’esserlo essendo anche genitori, per continuare a mantenere e coltivare un Io, un Noi (..due) ed un Noi (…famiglia) imparando a  gestire ritmi, tempi ed equilibri spesso precari.

Abbiamo pensato ad un incontro per consentire un passaggio non particolarmente critico dall’essere coppia al divenire famiglia:

26 marzo 2014 dalle 16.00 alle 18.00 presso la sede del Centro DonnAttiva, in Via Anelli 20 (presso l’ex Istituto d’Arte); il tema, appunto, sarà “Dalla Coniugalità alla Genitorialità“.

l’invito è rivolto a chiunque sia interessato all’argomento ed abbia voglia di passare un pomeriggio in nostra compagnia.

Ingresso gratuito.